sul team calabria: lettera ai soci

C1P38
C1P38
Mar 28, 2015, 11:22 PM |
0

Carissimi soci, non vi nascondo che con viva e vibrante soddisfazione accolgo non senza emozione la nostra prima vittoria. Sono passati due anni da quando la nostra regione è degnamente rappresentata sia pure come compagine dilettante in questo sito di stampo internazionale. Ebbene non è cosa da poco, come sapete non è stato facile mettere in piedi il team, pochi giocatori, molti cheater, bannati, persone che non se la sentivano di essere admin, ebbene con pazienza anche se mai partecipanti a competizioni ufficiali, molti hanno aderito e oggi contiamo ben ventuno soci. La cosa che mi riempie di soddisfazione è questa, era un sogno pensare di partecipare a un campionato italiano dilenttantistico on line, vivemmo tempi in cui non si trovavano tre giocatori, nonostante l'incertezza delle formule e delle regole oggi siamo pronti a giocare e sicuramente non siamo fanalino di coda, almeno sulla carta. Il merito di tutto questo è vostro, in modo particolare di giulia, south, sfinge, puttino,the pepp, dora e tutti gli altri che insieme a noi si sono aggiunti. Ora che è tutto pronto, vi chiediamo di non abbandonare il team, anzi di divertirvi insieme a noi e la questione non è solo sportiva. Non voglio fare il meridionalista piagnucolone che cosa che non mi appartiene, ma come tutti sapete riuscire a accomunare una regione povere come la nostra, diffondere la cultura che ci portiamo dentro, quella dei nostri padri, non è cosa che può passare in secondo piano. I pochi che sappiamo muovere i pezzi riusciamo a farlo perchè autodidatti e li muoviamo insieme a quanti piu fortunati di noi hanno avuto cura di seguire il gioco meglio e con piu professionalità. Saremmo stati più competitivi se solo qualcuno avesse diffuso alle nostre la cultura di questo gioco che era storicamente per le persone borghesi e colte, e che per anni lo hanno coltivato come un vezzo mentre agli altri davano invece che le cose belle il lavoro dei campi o peggio la sciagurata emigrazione in terre lontane. La nostra lotta di uomini liberi, di liberi e uguali, passa anche per le 64 caselle, lo so che può sembrare strano eppure è così. I calabresi non sono migliori nè inferiori alle altre genti, mancano solo nelle possibilità, per questo i vostri circoli, la vostra cultura, questo sito possono essere un mezzo per fare conoscere i veri valori che ci portiamo dentro come persone. Diffondete il gioco, e muovete nella consapevolezza, di non muovere solo dei pezzi ma di muovere un orgoglio che è nostro e che ci appartiene, un orgoglio di ospitalità, di cultura, di far play, non è necessario vincere...se pensiamo questo indipendentemente dai risultati dalla preparazione dall'allenamento abbiamo già vinto.

vi ringrazio per la pazienza indistintamente tutti....