x
Chess - Play & Learn

Chess.com

FREE - In Google Play

FREE - in Win Phone Store

VIEW
Reportage dal 2° torneo di Lignano Sabbiadoro

Reportage dal 2° torneo di Lignano Sabbiadoro

El-Pinto
Aug 8, 2016, 3:15 PM 0

Dal 31 luglio al 7 agosto si è svolto a Lignano Sabbiadoro il 2° Chess Festival. 139 i partecipanti divisi nei due tornei: il Magistrale riservato agli scacchisti con elo superiore a 2000 e il Challenge per gli altri giocatori. Io ho partecipato al torneo Challenge, presentandomi con un punteggio di 1502.

phpU68EOZ.jpeg

In azione con il nero durante il 6° turno 

Partivo 67° del tabellone su 99 giocatori. La lezione che più mi è stata utile è stato come affrontare giocatori più deboli di me. Un avviso che è utile a molti scacchisti nei loro primi tornei FIDE. 

Al terzo turno infatti ho incontrato un ragazzino di nove anni con un elo inferiore a 1200. Vista la differenza elo superiore a 300 mi sono presentato alla scacchiera già sicuro di vincere, di fare un punto facile, magari anche in poche mosse. Ma mi sbagliavo perché il mio avversario era ben preparato nelle aperture e si è reso più forte delle aspettative anche nel mediogioco.

Quindi la prima lezione è:
1) Mai sottovalutare gli avversari
Se si sottovaluta l'avversario infatti si corre il rischio di presentarsi alla partita senza una carica tale da permettere di giocare al meglio delle proprie possibilità. Quindi è sempre meglio sopravvalutare un po' il proprio avversario.
 
Nella partita successiva ho incontrato un'altra avversaria che sulla carta risultava più debole di me. Allora, memore del turno precedente ho adottato un'altra strategia per affrontarla. Infatti ho giocato in un modo più posizionale puntando sulla comprensione maggiore del gioco, mantenendo costante la pressione e soprattutto pensando a ogni mossa senza sottovalutare l'avversario.
Dopo questa vittoria la lezione è:
2) Per vincere bisogna giocare puliti, mantenendo la pressione
In poche parole per vincere contro un giocatore più debole bisogna giocare senza fare trucchi o attacchi pazzi, ma giocare tranquilli e mantenendo un attacco sempre costante. Con la maggiore comprensione delle posizioni inoltre vincere dovrebbe essere ancora più semplice.
 
Passando al resto del torneo posso dire di non aver giocato male, tenendo testa a giocatori molto più forti di me e portando a casa una sofferta patta contro uno scacchista con più di 300 elo più di me. Tuttavia ho avuto poca fortuna sia con gli abbinamenti non trovando nessun avversario del mio livello (o più forti o più deboli), sia che con i risultati delle partite. Infatti contro un avversario con elo superiore a 1900 ero arrivato in un finale patto, ma ho perso la partita per un errore di distrazione e  in una partita iper-aggressiva contro un giocatore con elo superiore a 1700 prima non sono riuscito a portare a termine l'attacco e poi ho commesso un altro erroraccio perdendo il finale. DI seguito sono riportate le due partite in questione.
Alla fine del torneo ho totalizzato 3,5 punti su 7 partite, con una performance di 1537. Purtroppo, nonostante questa performance superiore al mio elo, due partite che avevo vinto non contano per la variazione del punteggio perchè giocate contro giocatori senza elo FIDE. Quindi la mia variazione è -24
phpb8BRDF.png
 
-- o --
 
Una sera era stato organizzato anche un torneo lampo, con il tempo di 10'+5'' su cinque turni di gioco. Come mi aspettavo sono andato bene (sono più forte nel gioco lampo). Dopo aver giocato le ultime 4 partite d'impegno ho chiuso il torneo con 2 punti, giocando con scacchisti aventi elo medio superiore a 1800 (tutti giocatori aventi più di 300 elo rispetto a me). Un ottimo torneo per il mio livello.
phps8tqXt.png
phpGEXVRg.jpeg
 
Le immagini sono tate prese dal sito di Accademia di scacchi, l'organizzatrice del festival
 

Online Now