x
Chess - Play & Learn

Chess.com

FREE - In Google Play

FREE - in Win Phone Store

VIEW

DIO È CRUDELE?

EETech
May 27, 2013, 4:23 PM 0

Perché alcuni dicono che Dio è crudele?

LA DOMANDA che si trova in copertina potrebbe sorprendervi, eppure oggi sono in tanti a chiedersi se Dio sia crudele o a ritenere che lo sia. Perché?

Alcuni che sono sopravvissuti a disastri naturali si chiedono: “Perché Dio permette che accadano cose del genere? È insensibile? È crudele?”

Altri provano sentimenti simili leggendo pagine della Bibbia come quelle in cui si parla di Noè e del Diluvio. Si chiedono: “Perché un Dio amorevole avrebbe messo a morte tutte quelle persone? Non è crudele?”

Vi capita di porvi interrogativi come questi o di non saper rispondere a chi si chiede se Dio sia crudele? In entrambi i casi vi sarà utile riflettere sulla domanda che segue.

PERCHÉ ODIAMO LA CRUDELTÀ?

In poche parole odiamo la crudeltà perché abbiamo il senso del bene e del male. Siamo molto diversi dagli animali sotto questo aspetto. Il nostro Creatore ci ha fatti “a sua immagine” (Genesi 1:27). Cosa vuol dire? Che ci ha dato la capacità di riflettere le sue qualità e i suoi valori morali, il suo senso del bene e del male. Pensate: il fatto che abbiamo ricevuto da Dio il senso del bene e del male e che tendiamo a odiare la crudeltà non suggerisce che anche Dio la odia?

La Bibbia conferma questo ragionamento logico; infatti Dio dice: “Le mie vie sono più alte delle vostre vie, e i miei pensieri dei vostri pensieri” (Isaia 55:9). Giudicare Dio crudele non equivarrebbe a dire l’esatto contrario, cioè che le nostre vie sono più alte delle sue? Prima di adottare questo punto di vista sarebbe sicuramente saggio raccogliere più informazioni. Quindi, invece di chiedersi se Dio è crudele, sarebbe forse meglio chiedersi perché alcune delle sue azioni possono sembrare crudeli. Vediamo innanzitutto cosa significa effettivamente la parola “crudele”.

Quando diciamo che una persona è crudele in realtà ne giudichiamo le intenzioni. Chi è crudele gode nel vedere gli altri soffrire o è insensibile al loro dolore. Ad esempio un padre che disciplina il figlio perché prova piacere nel ferire i suoi sentimenti è crudele. Ma un padre che disciplina il figlio per insegnargli qualcosa o per proteggerlo è un buon padre. È facile fraintendere le intenzioni di qualcuno, e ve ne sarete resi conto se qualche volta siete stati giudicati ingiustamente.

Prendiamo in esame due ragioni per cui alcuni pensano che Dio è crudele: i disastri naturali che accadono oggi e i giudizi divini menzionati nella Bibbia. I fatti indicano davvero che Dio è crudele?

I disastri naturali dimostrano che Dio è crudele?

QUELLO CHE DICONO ALCUNI: “Visto che Dio governa il mondo, è lui a causare i disastri naturali; quindi dev’essere crudele”.

QUELLO CHE DICE LA BIBBIA: “Tutto il mondo giace nel potere del malvagio” (1 Giovanni 5:19). Chi è il “malvagio”? La Bibbia indica che è Satana (Matteo 13:19; Marco 4:15). Si può credere a una cosa del genere? Riflettete: se Satana esercita il suo potere sul mondo è logico pensare che gli esseri umani finiscano per manifestare alcune sue caratteristiche, come egoismo, avidità e mancanza di lungimiranza. Questo non spiegherebbe in parte perché l’uomo gestisce così male l’ambiente in cui vive? Molti esperti avvertono che la cattiva gestione dell’ambiente può avere un ruolo nei disastri naturali, causandoli, aggravandoli o rendendo la società più vulnerabile.

Ma perché Dio permette a Satana di esercitare una tale influenza? Per rispondere dobbiamo andare agli albori della storia umana, quando i nostri progenitori si ribellarono all’autorità di Dio. Da allora la maggior parte dell’umanità ha seguito il loro cattivo esempio. La scelta di non riconoscere l’autorità di Dio ha messo il mondo nelle mani del suo nemico, Satana. È per questo che Gesù definì Satana “il governante del mondo” (Giovanni 14:30). Satana governerà per sempre? No!

Geova* non è insensibile alle sofferenze causate da Satana. Anzi, tali sofferenze lo toccano profondamente. Ad esempio, quando gli israeliti dovettero affrontare periodi difficili, come si sentì Dio? La Bibbia dice: “Durante tutta la loro angustia fu angustioso per lui” (Isaia 63:9). Nella sua misericordia Dio ha deciso di porre fine al crudele dominio di Satana, e lo farà presto! Ha nominato Re suo Figlio, Gesù Cristo, perché regni con giustizia per sempre.

PERCHÉ LA COSA VI RIGUARDA: Il dominio di Satana non ha protetto la gente dai disastri naturali, ma il governo di Gesù lo farà. In un’occasione, durante un violento temporale, Gesù protesse i suoi discepoli. Il racconto biblico dice: “Rimproverò il vento e disse al mare: ‘Taci! Quietati!’ E il vento si placò, e si fece una grande calma”. I discepoli dissero: “Chi è realmente costui, che gli ubbidiscono perfino il vento e il mare?” (Marco 4:37-41). Questo avvenimento ci dà la certezza che, in qualità di Re, Gesù proteggerà tutta l’umanità ubbidiente (Daniele 7:13, 14).

I giudizi divini dimostrano che Dio è crudele?

PER rispondere a questa domanda prendiamo brevemente in esame due esempi di giudizi divini menzionati nella Bibbia: il diluvio dei giorni di Noè e lo sterminio dei cananei.

IL DILUVIO DEI GIORNI DI NOÈ

QUELLO CHE DICONO ALCUNI: “Dio fu crudele quando scatenò un diluvio che annientò tutta l’umanità eccetto Noè e la sua famiglia”.

QUELLO CHE DICE LA BIBBIA: Dio disse: “Non ho affatto piacere nel veder morire un uomo malvagio, desidero invece vederlo cambiare atteggiamento e vivere” (Ezechiele 33:11, Parola del Signore). Quindi Dio non provò piacere nel distruggere i malvagi al tempo di Noè. Ma allora perché lo fece?

La Bibbia risponde che eseguendo tali giudizi Dio stava “ponendo per gli empi un modello di cose avvenire”, ovvero stava indicando il modo in cui si sarebbe comportato anche in futuro (2 Pietro 2:5, 6). Che cosa caratterizzava questo “modello”?

Per prima cosa il fatto che, anche se gli dispiace mettere a morte qualcuno, Dio non giustifica le persone crudeli che fanno soffrire gli altri; al contrario, le considera responsabili delle loro azioni. Al tempo stabilito porrà fine alle ingiustizie e alle sofferenze.

In secondo luogo, il modo in cui si è comportato in passato dimostra che nella sua misericordia Dio avverte le persone prima di eseguire i suoi giudizi. Noè fu un predicatore di giustizia ma quasi tutti lo ignorarono. La Bibbia dice: “Non si avvidero di nulla finché venne il diluvio e li spazzò via tutti” (Matteo 24:39).

Dio si attenne a quel modello? Sì. Ad esempio diede degli avvertimenti al suo popolo, gli israeliti. Disse che se avessero intrapreso una condotta malvagia come quella delle nazioni circostanti avrebbe permesso ai nemici di invadere il loro territorio, di distruggere la loro capitale, Gerusalemme, e di portarli in esilio. Purtroppo Israele intraprese una condotta malvagia arrivando al punto di fare sacrifici di bambini. Geova intervenne? Sì, ma solo dopo aver mandato i suoi profeti, più e più volte, per esortare il popolo a cambiare condotta prima che fosse troppo tardi. Disse: “Il Sovrano Signore Geova non farà alcuna cosa a meno che non abbia rivelato la sua questione confidenziale ai suoi servitori, i profeti” (Amos 3:7).

PERCHÉ LA COSA VI RIGUARDA: Il modo in cui Geova si è comportato nel passato in relazione ai suoi giudizi ci infonde speranza. Possiamo attendere con fiducia il giudizio che Dio eseguirà sulle persone crudeli che fanno soffrire gli altri. La Bibbia dice: “I malfattori stessi saranno stroncati [...]. Ma i mansueti stessi possederanno la terra, e in realtà proveranno squisito diletto nell’abbondanza della pace” (Salmo 37:9-11). Secondo voi, un giudizio che libera l’umanità dalle sofferenze è un segno di crudeltà o di misericordia?

LO STERMINIO DEI CANANEI

QUELLO CHE DICONO ALCUNI: “La distruzione dei cananei fu una cosa crudele, un crimine di guerra paragonabile ai moderni genocidi”.

QUELLO CHE DICE LA BIBBIA: ‘Tutte le vie di Dio sono giustizia. Un Dio di fedeltà, presso cui non è ingiustizia’ (Deuteronomio 32:4). Un giudizio divino non è paragonabile a una guerra umana. Perché? Perché, a differenza degli esseri umani, Dio è in grado di leggere il cuore, ovvero di vedere ciò che siamo nel profondo.

Ad esempio, quando Dio giudicò le città di Sodoma e Gomorra e decise di distruggerle, il fedele Abraamo si preoccupò che la questione venisse trattata in modo giusto. Non poteva pensare che il suo Dio avrebbe ‘spazzato via il giusto col malvagio’. Pazientemente Dio lo rassicurò che se a Sodoma ci fossero stati anche solo dieci giusti avrebbe risparmiato la città a motivo loro (Genesi 18:20-33). Ovviamente Dio aveva scrutato il cuore di quelle persone e aveva visto la loro grande malvagità (1 Cronache 28:9).

In modo simile Dio giudicò i cananei e ne decretò giustamente la distruzione. I cananei erano noti per la loro crudeltà: i loro sacrifici potevano consistere nel bruciare vivi dei bambini (2 Re 16:3).* I cananei sapevano che Geova aveva comandato a Israele di prendere possesso di tutto il paese. Quelli che decisero di rimanervi e di combattere stavano opponendo resistenza non solo agli israeliti ma anche a Geova, il quale aveva dato chiara prova di essere con il suo popolo.

Inoltre Geova Dio mostrò misericordia ai cananei che abbandonarono la loro condotta malvagia e decisero di attenersi alle sue alte norme morali. Ad esempio la prostituta cananea Raab e i suoi familiari furono salvati. E quando gli abitanti della città cananea di Gabaon chiesero misericordia, sia loro che i loro figli vennero risparmiati (Giosuè 6:25; 9:3, 24-26).

PERCHÉ LA COSA VI RIGUARDA: Possiamo trarre un’importante lezione dal giudizio che Dio eseguì sui cananei. Ci stiamo avvicinando a grandi passi al predetto “giorno del giudizio e della distruzione degli uomini empi” (2 Pietro 3:7). Se amiamo Geova saremo ricompensati quando questi farà cessare le sofferenze eliminando dalla terra chi rifiuta il suo giusto governo.

I cananei erano noti per la loro crudeltà e opponevano resistenza a Dio e al suo popolo

Geova ci ricorda che le decisioni dei genitori influiscono sui figli. La sua Parola dice: “Devi scegliere la vita per continuare a vivere, tu e la tua progenie, amando Geova tuo Dio, ascoltando la sua voce e tenendoti stretto a lui” (Deuteronomio 30:19, 20). Vi sembrano le parole di un Dio crudele o di un Dio che ama le persone e vuole che facciano la scelta giusta?

Dio merita la vostra fiducia?

IMMAGINATE che un amico per cui nutrite grande stima faccia qualcosa che non riuscite a capire. Alcuni criticano il suo comportamento e giudicano i suoi motivi dicendo che è una persona crudele. Vi schierereste subito con loro o aspettereste di conoscere la sua versione dei fatti? Se non fosse presente per fornire spiegazioni, sareste pazienti dandogli il beneficio del dubbio?

Prima di rispondere forse vorreste saperne di più. Potreste chiedervi: “Quanto conosco questo mio amico, e che motivi ho per stimarlo?” Sarebbe più che giusto fare un ragionamento simile. Non potremmo applicare lo stesso criterio alla domanda che stiamo prendendo in esame, cioè se Dio è crudele?

Potreste trovare difficile capire alcune cose che Dio ha fatto, oppure potreste rimanere sorpresi per qualcosa che ha permesso. Tantissime persone vi diranno che Dio è crudele e vi esorteranno a giudicare i suoi motivi come hanno fatto loro. Darete a Dio il beneficio del dubbio finché non ne saprete di più? La risposta potrebbe dipendere da quanto lo conoscete. Chiedetevi: “Che amico si è dimostrato Dio per me?”

Se avete avuto una vita difficile forse sarete tentati di dire che Dio non si è dimostrato affatto un amico per voi. Ma riflettete: Dio è responsabile delle cose brutte della vita, o di quelle belle? Come abbiamo visto il “governante di questo mondo” è Satana, non Geova (Giovanni 12:31). Quindi è a Satana che vanno attribuite molte delle sofferenze e delle ingiustizie di questo mondo. Inoltre parecchi problemi sono causati dalle nostre imperfezioni e da circostanze imprevedibili, non è vero?

Dio è responsabile delle cose brutte della vita, o di quelle belle?

D’altra parte, quali cose sono da attribuire a Dio? La Bibbia dice che Dio è il “Fattore del cielo e della terra”, che le sue opere includono il nostro corpo, il quale è fatto “in maniera tremendamente meravigliosa”, e che ‘nella sua mano è il nostro alito’, cioè la nostra vita (Salmo 124:8; 139:14; Daniele 5:23). Cosa significa tutto questo?

Significa che dobbiamo l’esistenza al nostro Creatore (Atti 17:28). Significa anche che tutto — il dono della vita, la bellezza del mondo che ci circonda, le gioie dell’amore e dell’amicizia, i sensi del gusto, del tatto, dell’udito e dell’odorato — tutto quanto è un dono di Dio (Giacomo 1:17). Non convenite che queste cose buone ne fanno un Amico che merita la nostra stima e la nostra fiducia?

Forse trovate difficile confidare in Dio, o magari pensate di non conoscerlo ancora abbastanza per farlo. È comprensibile. In questi brevi articoli non abbiamo potuto prendere in esame tutti i motivi per cui alcuni giudicano Dio crudele. Ma non varrebbe la pena di conoscerlo meglio?* Se lo farete, scoprirete la verità riguardo a Dio e vedrete che non è affatto crudele. Anzi, la Bibbia dice: “Dio è amore” (1 Giovanni 4:8). 

Online Now