Notizie
Notizie
Serbia E Bulgaria Trionfano; Carlsen Vince L'Oro In Prima Scacchiera, Italia Al Sedicesimo Posto
Per la prima volta nella sua carriera, Carlsen ha conquistato l'oro individuale in uno dei principali eventi a squadre. Immagine: ECU YouTube.

Serbia E Bulgaria Trionfano; Carlsen Vince L'Oro In Prima Scacchiera, Italia Al Sedicesimo Posto

Colin_McGourty
| 0 | Cronaca evento scacchistico

La Serbia, decima di tabellone, ha vinto il Campionato Europeo a Squadre 2023 dopo aver finito gli spareggi con un solo punto in più della Germania, che ha ottenuto l'argento nonostante sia rimasta imbattuta e abbia vinto lo scontro diretto. La specialista degli scacchi a squadre, l'Armenia, ha ottenuto la medaglia di bronzo, mentre il GM Magnus Carlsen ha vinto l'oro individuale in prima scacchiera. La Bulgaria ha ottenuto l'oro nella sezione Femminile, davanti all'Azerbaigian (argento) e alla Francia (bronzo).

La squadra italiana Open, composta dai GM Daniele Vocaturo, Luca Moroni, Francesco Sonis, Lorenzo Lodici e Danyyil Dvirnyy si è classificata sedicesima, così come la squadra italiana Femminile, composta dalle IM Marina Brunello, Elena Sedina, Olga Zimina, dalla WIM Tea Gueci e dalla WFM Elisa Cassi.

Il Campionato Europeo a Squadre di Budva, in Montenegro, è terminato. Diamo prima un'occhiata alle sette conclusioni di questo torneo per poi spostare l'attenzione sul punto di vista delle squadre italiane, raccontato dal GM Luca Moroni e dalla WIM Tea Gueci.

1. La Serbia ha reso giustizia al suo status di incognita

La Serbia ha vinto la sua prima medaglia al Campionato Europeo a Squadre, ed è un oro. Foto: ECU.

"La Serbia è diventata un'incognita per la vittoria a Budva con l'aggiunta dei GMs Alexey Sarana e Alexandr Predke", abbiamo scritto nel nostro primo report sul torneo, e così è stato, perché la decima squadra di tabellone ha vinto 7 match su 9, finendo per ottenere il titolo.

Risultati Finali dell'Open (Top 12)

Rk. Tabellone FED Squadra Match + = - Punti TB
1 10 Serbia 9 7 1 1 15 228
2 3 Germania 9 6 3 0 15 227
3 5 Armenia 9 5 3 1 13 196.5
4 11 Polonia 9 5 2 2 12 179.5
5 13 Repubblica Ceca 9 5 2 2 12 165
6 4 Inghilterra 9 4 3 2 11 204.5
7 7 Francia 9 5 1 3 11 196.5
8 2 Romania 9 4 3 2 11 193.5
9 12 Ungheria 9 4 3 2 11 185.5
10 14 Croazia 9 4 3 2 11 177.5
11 23 Georgia 9 5 1 3 11 169.5
12 17 Grecia 9 5 1 3 11 168.5

I due ex giocatori della Russia erano al top della forma, con Predke in prima scacchiera che ha rovinato un evento solido come una roccia cercando di giocare per una vittoria nel turno finale, pensando che la sua squadra fosse in difficoltà. Sarana ha fatto le cose alla Sarana, segnando il 100% con i pezzi bianchi e ottenendo la medaglia d'oro in seconda scacchiera e la seconda più alta prestazione di rating di tutto il torneo (2810).

È stata la difesa di Sarana col Nero ad aiutare la Serbia nella vittoria contro l'Inghilterra, la squadra co-leader, al penultimo round dopo che il GM Velimir Ivic (medaglia d'oro in quinta scacchiera) ha dato il vantaggio alla Serbia battendo il GM Ravi Haria.  

Il GM inglese David Howell era in vantaggio prima di uno e poi di due pedoni. Carlsen, avendo fatto il corso Chessable "Grind Like A Grandmaster" con lui, ha dichiarato di aver pensato "David si starà divertendo tantissimo!".

Howell non è riuscito a strappare una vittoria stavolta. Foto: Deutscher Schachbund.

Il divertimento è finito, tuttavia, quando Sarana ha individuato un modo per concludere la partita.

Il turno finale è stato molto caotico, con Predke che non aveva affatto torto a pensare che i suoi compagni di squadra fossero in difficoltà. Alla fine, però, hanno vinto tutti!

Il GM Aleksandar Indjic è stato l'eroe del turno, poiché è riuscito a ribaltare una posizione persa contro il GM Stamatis Kourkoulos-Arditis. Il finale è stato assurdo:

La vittoria è stata particolarmente dolce per Sarana, che è diventato l'unico giocatore a vincere l'Europeo individuale e il Campionato a Squadre nello stesso anno.

2. La Germania arriva seconda tra le controversie degli spareggi

È stata una dolorosa sconfitta per la Germania, che è stata vicinissima a ripetere l'impresa del 2011 e a vincere il titolo europeo. La Germania ha anche vinto i due match finali, contro Francia e Croazia, e ha raggiunto la Serbia a 15 punti. La squadra non ha perso neanche un match, e aveva battuto la Serbia nello scontro diretto.

La Germania ha portato a termine il proprio compito nel round finale contro la Croazia. Foto: Deutscher Schachbund.

Come si sarebbero classificate le squadre? Si è arrivati al famigerato "spareggio Sonneborn-Berger delle Olimpiadi", che si calcola moltiplicando il proprio punteggio in ogni match per il punteggio finale degli avversari. È così che i campioni d'Europa 2023 sono stati decretati, con un incontro altrimenti più marginale, Turchia contro Islanda, e una partita durata 111 mosse.

Se Ali vince con Torre + Cavallo contro Torre la Germania otterrà l'oro, altrimenti andrà alla Serbia! — chess24.com (@chess24com), 20 novembre 2023.

Una vittoria per il Nero e per la Turchia, che ha sconfitto l'Islanda, già battuta 4-0 dalla Serbia. Questo è costato dei punti alla Serbia, ma alla fine il match è finito in parità, e la Serbia ha vinto il titolo con un solo punto di vantaggio degli spareggi.

Congratulazioni a Vincent Keymer, Rasmus Svane, Dmitrij Kollars, Matthias Blübaum, Alexander Donchenko e Jan Gustafsson per il secondo posto ai Campionati Europei! — Deutscher Schachbund (@Schachbund), 20 novembre 2023.

Non per la prima volta, alcuni osservatori si sono lamentati che un sistema in cui giocatori e fan devono consultare i formulari non è proprio l'ideale:

Gli scacchi sono l'unico sport in cui ci sediamo a consultare i formulari per capire chi ha vinto. E tutti gli occhi sono puntati su un altro match, che decreterà i campioni agli spareggi. Congratulazioni ai vincitori! E forse è arrivato il momento di avere un sistema con una finale, come gli altri sport? 🤔 — Peter Heine Nielsen (@PHChess), 20 novembre 2023.

Tuttavia, è stato un evento eccellente per la Germania, soprattutto per il GM Vincent Keymer: il diciannovenne è appena entrato nella top-15 mondiale.

3. Il miracolo armeno continua

Più medaglie di squadra per l'Armenia. Foto: ECU.

La medaglia di bronzo è finita all'Armenia, il Paese dell'entroterra con meno di tre milioni di abitanti che continua a sfidare la sorte vincendo medaglie di squadra, anche dopo che il loro miglior giocatore, il GM Levon Aronian, è passato alla federazione statunitense. Hanno perso solo un match, contro la Germania, e le medaglie europee arrivano appena un anno dopo che l'Armenia ha portato a termine l'impresa ancora più impressionante di arrivare seconda alle Olimpiadi Mondiali degli Scacchi a Chennai.  

4. Carlsen ha ancora obiettivi scacchistici

Carlsen ha saltato il turno finale, così il suo torneo si è concluso con una vittoria contro il GM Jorden van Foreest, il primo abbinamento del numero uno al mondo con un avversario di 2700 in 18 partite. 

Spiegando perché non ha giocato il round finale per la Norvegia, Carlsen ha rivelato di essere ancora a caccia di primi posti:

"I motivi sono principalmente egoistici, direi. Il primo e più importante è che, a meno che non vinca Saric, avrò il primo posto in prima scacchiera, e non ho mai vinto la medaglia d'oro individuale in un Europeo a Squadre o alle Olimpiadi, quindi è abbastanza importante per me. Il secondo motivo è che ero stanco".

Non ho mai vinto la medaglia d'oro individuale in un Europeo a Squadre o alle Olimpiadi, quindi è abbastanza importante per me.

—Magnus Carlsen

Guarda l'intervista per intero:

I calcoli di Carlsen erano giusti, e ha vinto la medaglia d'oro in prima scacchiera con la miglior performance del torneo, 2827; inoltre, ha persino guadagnato 0,6 punti di rating.

"Volevo anche concludere in bellezza!" ha detto l'ex campione del mondo, e con l'ultima partita ci è riuscito sicuramente. Questo meraviglioso sforzo "Karpoviano" è la nostra Partita del Giorno, analizzata dal GM Rafael Leitao.

L'anno di scacchi a tempo standard di Carlsen aveva stabilito alcuni anti-record personali indesiderati:

Questa è stata probabilmente l'ultima partita a tempo standard di Carlsen nel 2023. 63 partite in totale, il massimo dal 2019 (79). Il suo punteggio è +30 =27 -6, il più basso in percentuale (69%) dal 2018. Ancora più significativo è che la sua performance di rating del 2023 (2787) è inferiore a 2800 per la prima volta dal 2008. — Tarjei J. Svensen (@TarjeiJS), 20 novembre 2023.

Ma almeno è finita, e i pensieri di Carlsen adesso si rivolgono alle Finali del Champions Chess Tour a Toronto, e anche al Campionato del Mondo Rapid e Blitz in Uzbekistan.

"Sono davvero felice di non dover giocare a scacchi a tempo standard! Ho giocato così tante partite... Adesso ho due settimane di vacanza e poi giocherò qualcher rapid e blitz fino alla fine dell'anno. Mi sono svegliato veramente bene già oggi, sono rilassato al pensiero di non dover giocare!"

5. La Bulgaria ha sfidato la sorte

La vittoria della Bulgaria, numero cinque di tabellone nel Campionato Europeo a Squadre Femminile somiglia un po' al modo in cui il GM Ding Liren è diventato campione del mondo. Ding non si era qualificato per i candidati, non aveva neanche giocato il numero di partite necessario per qualificarsi, poi non ha vinto il Torneo dei Candidati, ma le stelle si sono allineate e Ding Liren ha comunque giocato il campionato del mondo.

La Bulgaria, infatti, non è un membro dell'European Chess Union, è stata espulsa dopon una controversia che risale a otto anni fa, ma è stato dato loro un permesso per poter giocare comunque. Poi una delle loro migliori giocatrici, la WGM Viktoria Radeva, si è ammalata durante il sesto turno a tal punto da finire in ospedale e non giocare più alcuna partita. Eppure, la Bulgaria non si è persa d'animo e nonostante la partenza lenta (due pareggi nei primi tre match) la squadra ha vinto i restanti sei scontri, finendo dritta al primo posto.

Congratulazioni alle Vincitrici del Campionato Europeo di Scacchi a Squadre Femminile 2023! 👏 #ETCC2023. 🏆Bulgaria 🇧🇬, 16 punti, 🥈Azerbaigian 🇦🇿, 15 punti, 🥉Francia 🇫🇷, 12 punti. Risultati finali: https://t.co/zpEPGz0lds — European Chess Union (@ECUonline), 20 novembre 2023.

Risultati Finali del Femminile (Top 13)

Rk. Tabellone FED Squadra Partite + = - Punti TB
1 5 Bulgaria 9 7 2 0 16 236
2 2 Azerbaigian 9 7 1 1 15 227
3 6 Francia 9 5 2 2 12 210
4 4 Ucraina 9 5 2 2 12 199
5 19 Grecia 9 5 2 2 12 181.5
6 8 Polonia 9 6 0 3 12 175.5
7 3 Germania 9 4 3 2 11 178
8 15 Serbia 9 5 1 3 11 171.5
9 11 Svizzera 9 4 3 2 11 169.5
10 1 Georgia 9 4 2 3 10 180
11 7 Armenia 9 4 2 3 10 174.5
12 9 Spagna 9 5 0 4 10 169
13 13 Inghilterra 9 4 2 3 10 138

La Bulgaria ha battuto in turni consecutivi i due leader della classifica, l'Azerbaigian e la Francia, e anche nell'ultimo turno le cose sono andate per il verso giusto. L'Azerbaigian è sembrato per un momento sul punto di strappare l'oro, prima che la WIM Gergana Peycheva riuscisse a ribaltare una posizione persa e a battere la IM Lela Javakhishvili. La Francia ha conquistato il bronzo.

Congratulazioni alla Bulgaria per la vittoria del Femminile #ETCC2023 dopo che Gergana Peycheva ha vinto la partita finale da una posizione persa, sconfiggendo la Georgia, prima squadra di tabellone! — chess24.com (@chess24com), 20 novembre 2023.

L'IM Nurgyul Salimova, che ha vinto quattro partite di fila verso la fine, non aveva niente di cui preoccuparsi.

Nurgyul Salimova: "Alla World Cup sono arrivata seconda, alla Club Cup sono arrivata seconda, e ora ho paura di arrivare seconda!" #ETCC2023 — chess24.com (@chess24com), 20 novembre 2023.

Invece stavolta è arrivata prima.

Campionato Europeo!!! 🇧🇬❤️💪🏻 — Nurgyul Salimova (@nurgyulll1), 20 novembre 2023.

6. Le stelle del Femminile si sono alternate per ottenere le norme da GM

Ci sono state molte vittorie di fila nell'evento Femminile. Abbiamo visto che l'IM greca Stavroula Tsolakidou ha ottenuto una norma da GM al settimo round dopo aver vinto 4 partite di fila. In seguito ha perso con l'IM azera Gunay Mammadzada, che ha ottenuto a sua volta una norma da GM portando a casa quattro vittorie su cinque partite. Forse inevitabilmente, c'è stato anche un piacevole colpo di scena alla fine!

INJAC CE L'HA FATTA!!!!!! Teodora Injac è la PRIMA DONNA SERBA NELLA STORIA ad ottenere una NORMA DA GM (!!). 🇷🇸🥳🥳🥳 è anche la terza donna negli scacchi ad ottenere una norma da GM in questo torneo!!! 🤯🤯🤯 — Women's Chess Coverage (@OnTheQueenside), 20 novembre 2023.

7. È dura essere i favoriti

L'assenza della Russia e dell'Ucraina ha portato la squadra open dell'Azerbaigian ad essere la favorita per la conquista dell'oro, ma questa ha ceduto, subendo ben quattro sconfitte e perdendo oltre 50 punti rating nel frattempo. La sconfitta in 19 mosse del GM Teimour Radjabov contro il GM Nikolas Theodorou è la perfetta rappresentazione del loro evento e di come i primi di tabellone sono finiti diciottesimi.

Anche la Romania (seconda di tabellone) non è riuscita ad arrivare al vertice, nonostante non abbia perso una sola partita nei primi cinque turni, anche quando c'era poco margine. Le speranze di medaglia sono svanite quando, in una posizione promettente, il GM Bogdan-Daniel Deac ha perso per il tempo contro la Croazia. 

Ante Brkic: "Ho giocato la mia peggiore partita del torneo!" Ante spiega che Deac ha provato a giocare 40...Tb8 con 2 secondi a disposizione, ma ha fatto cadere la sua torre e, cercando di rimetterla in piedi, ha perso per il tempo. — chess24.com (@chess24com), 19 novembre 2023.

È successa la stessa cosa nella sezione Femminile per la Georgia, che ha iniziato il campionato prima di tabellone, con un distacco di ben 79 punti di rating dall'Azerbaigian, seconda di tabellone. La squadra femminile della Georgia era finita seconda, dietro alla Russia, negli ultimi tre Europei, ma nonostante l'assenza della Russia quest'anno hanno perso tre match finendo al decimo posto. Spesso gli scacchi sono davvero imprevedibili!  

Il Campionato Europeo 2023 raccontato dal GM Luca Moroni e dalla WIM Tea Gueci

Anche i giocatori e le giocatrici delle squadre italiane Open e Femminile sono rientrati, dopo un appassionante ma stancante torneo. Il GM Luca Moroni, che ha avuto una performance particolarmente brillante, è tornato a casa con un risultato soddisfacente, +3 =5 -1. Il finale è stato particolarmente amaro, poiché quest'unica sconfitta gli ha impedito di restare imbattuto e di portare a casa il match contro l'Azerbaigian. Il GM può tuttavia ritenersi soddisfatto delle proprie partite, in particolare di quella contro il GM Moussard, che ha permesso alla squadra di vincere contro la Francia:

Moroni ha raccontato questa esperienza a Chess.com definendola come "un'avventura" caratterizzata da varie peripezie accadute durante il viaggio in aereo dell'andata, in cui i giocatori hanno attraversato una forte tempesta. "Il torneo era iniziato molto bene" racconta il GM, "abbiamo perso con la Serbia di poco, poi abbiamo battuto la Francia. Abbiamo affrontato dei match sicuramente tosti, situazioni in cui non abbiamo portato a casa il risultato perché a turno uno di noi perdeva; se avessimo perso tutti nello stesso giorno e avuto risultati migliori nei successivi sarebbe andata molto meglio".

La squadra Open italiana è stata battuta in modo evidente solo dall'Olanda, mentre le altre partite sono state molto combattute. All'ultimo turno hanno dovuto affrontare l'Azerbaigian, match in cui la vittoria del GM Francesco Sonis ha permesso alla squadra di pareggiare contro la prima squadra di tabellone, con una vittoria particolarmente brillante contro il GM Nijat Abazov, che probabilmente giocherà ai Candidati al posto di Carlsen:

Luca Moroni si è soffermato su quanto l'Europeo sia un torneo "molto buono per imparare", perché ci si trova spesso ad affrontare match molto duri e conseguentemente istruttivi. Il GM è consapevole che la sconfitta finale è stata dovuta soprattutto a un calo di energie e alla stanchezza, nonostante fosse partito fiducioso: "La posizione era pari, poi ho perso un pedone e ho dovuto lottare con un pedone in meno, ma avevo gli alfieri di colore contrario... Ho calcolato male il tempo, pensando di poter avere accesso al bonus e di poter sfruttare al massimo i 7 minuti sull'orologio, ma mi sono reso conto che in realtà ero a mossa 33 solo quando ero rimasto con 30 secondi. Fino alla quarantesima ho fatto anche mosse buone, ma ero troppo stanco, purtroppo, perché anche solo con un mio mezzo punto la squadra avrebbe fatto meglio". Il GM Luca Moroni guarda ormai all'imminente Campionato Italiano, al quale parteciperà questo novembre; il suo obiettivo è migliorare in vista della prossima Olimpiade.

Anche la WIM Tea Gueci ha raccontato a Chess.com la sua esperienza al Campionato Europeo. La giocatrice era molto soddisfatta dei turni giocati, soprattutto del primo contro l’Ucraina, e del terzo contro l’Armenia, poiché tutte le giocatrici della squadra avevano delle ottime posizioni. Gueci insiste sul fatto che, purtroppo, concentrandosi solo sul risultato non è possibile vedere quanto le partite siano state effettivamente ben giocate. 

Individualmente, la WIM si dice soddisfatta del suo risultato. In effetti, è rimasta imbattuta, portando a casa un bel punteggio di +3 =5 -0, ma avrebbe voluto fare meno patte. “Il livello si è alzato molto”, afferma, e sottolinea quanto sia stato stancante concludere questo campionato: “eravamo tutti stanchi, alla fine. Si vedeva il calo di energie, qualcuno sveniva in sala, qualcuno perdeva per il tempo a mossa 40”. Ha vissuto diversamente l’esperienza per la mancanza del CT. Ritiene che la sua miglior partita sia stata quella contro la Grecia, giocata contro la WFM Markantonaki Haritomeni, ma anche dell’ultimo turno, giocato contro la WFM belga Nele Vanhuyse. 

Per quanto riguarda la performance della squadra, Gueci conviene che il torneo sarebbe potuto andare meglio, ma si mostra ambiziosa e fiduciosa: ”avremmo potuto ottenere dei risultati migliori, ma siamo sicuramente pronte a rifarci!”. Adesso la WIM concentrerà tutte le sue energie sull’imminente Campionato Italiano Femminile.

Come rivederlo?
Puoi rivedere il Campionato Europeo di Scacchi sul canale YouTube dell'European Chess Union. Le partite dell'evento possono essere consultate sulla nostra pagina Eventi: Open | Femminile.


Il Campionato Europeo di Scacchi 2023 è un torneo a squadre di nove turni che si è svolto a Budva, in Montenegro, dall'11 al 20 novembre. Tutte le federazioni scacchistiche europee possono mettere insieme un team per l'Open e per il Femminile; i match vengono giocati su quattro scacchiere. Il tempo di riflessione è standard, con 90 minuti per 40 mosse, 30 minuti per il finale e un incremento di 30 secondi dalla prima mossa.


Copertura Eventi Precedenti:

Altro da Colin_McGourty
Nepomniachtchi sulla "Danza dei cavalli": "Non ne vado fiero"

Nepomniachtchi sulla "Danza dei cavalli": "Non ne vado fiero"

Firouzja supera Wesley So e si aggiudica il posto ai Candidati per rating

Firouzja supera Wesley So e si aggiudica il posto ai Candidati per rating